ECCO A VOI M1, LA CRAB NEBULA

Questa meravigliosa immagine scattata dal Telescopio Spaziale Hubble, è in realtà un mosaico composto da più fotogrammi, messi assieme per dar vita all’immagine più grande mai realizzata dell’incantevole Nebulosa del Granchio, anche nota come Crab Nebula, o ancora, semplicemente come M1.

Trattasi del residuo dell’esplosione di una Supernova, registrata dagli astronomi cinesi e giapponesi nell’anno 1054. Quando una stella di grandi dimensioni, almeno 9 volte la massa del nostro sole, arriva alla fine della propria vita, la conclude proprio così, con una spettacolare esplosione, e riversando nello spazio circostante tutti o quasi i materiali di cui era composta.

In questo caso, come potete ammirare dall’immagine qui sotto, l’esplosione ha dato vita a queste incredibili figure. I filamenti arancioni sono i resti lacerati della stella e consistono soprattutto di idrogeno.
La stella di neutroni, in rapidissima rotazione, al centro della nebulosa, è quel che rimane di questa immane esplosione, ed è anche la dinamo che alimenta l’inquietante bagliore bluastro dell’interno della nebulosa, spazzato dalle violentissime radiazioni emesse dall’astro rimanente.

La Crab Nebula si trova nella costellazione del Toro, a circa 6500 anni luce dalla Terra, ed è facilmente alla portata di strumenti amatoriali; il periodo migliore per la sua osservazione va dal mese di Novembre, alla metà di Maggio.

Credits: NASA, ESA, J. Hester and A. Loll (Arizona State University)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: