LA GRANDE GALASSIA DI ANDROMEDA, DA ME RIPRESA

La Grande Galassia di Andromeda è un oggetto a dir poco straordinario, da qualunque punto di vista la si guardi: ad occhio nudo è il corpo celeste più lontano visibile, con i suoi 2,5 milioni di anni luce di distanza; con un buon telescopio diviene di dimensioni notevoli, ed è possibile scorgerne molti dettagli; ma è solo in fotografia a lunga posa, nella quale si mostra in tutta la sua commovente spettacolarità, come in questo caso, con dettagli a non finire: nubi di polvere che si aggrovigliano nei suoi incredibili bracci a spirale, ammassi di supergiganti blu sparse lungo il disco galattico, e ancora, semplicemente pazzesco, delle nebulose, delle vere e proprie regioni HII, ben visibili, in più regioni della Galassia. Riprendere dei dettagli simili, in un’altra galassia, ve lo assicuro, è qualcosa che manda fuori di testa. Appena il programma di stacking, mi ha partorito l’immagine finale, non potevo letteralmente credere ai miei occhi. Ero estasiato, al settimo cielo: mai in precedenza ero riuscito a riprendere certi dettagli, con la vecchia strumentazione.

Tutto ciò, ancora a testimonianza dell’ottimo setup di cui dispongo, che sicuramente sarà da ottimizzare nei prossimi mesi e anni, ma che indubbiamente potrà darmi enormi soddisfazioni.

La Grande Galassia di Andromeda, dicevamo, è semplicemente meravigliosa, e con i suoi 2,5 milioni di anni luce di distanza dalla Terra, fa parte del nostro gruppo locale di galassie, del quale è la rappresentante più grande, in termini di dimensioni. Di tale ammasso, fanno parte anche la nostra Via Lattea e la famosa Galassia del Triangolo, più altre cinquanta componenti minori, molte delle quali galassie satelliti della principale, come le nostri Nubi di Magellano, o le stesse M32 e M110 per Andromeda, ben visibili in fotografia. Secondo alcuni studi pubblicati negli anni duemila, la Galassia di Andomeda conterrebbe fino a circa un bilione di stelle, ossia mille miliardi: un numero pazzesco, di gran lunga maggiore rispetto a quello stimato per la Via Lattea, la quale si fermerebbe a circa 200/400 miliardi di stelle.

Tornando all’immagine finale, l’unico rimpianto è esser riuscito a riprendere solamente pochi scatti, a causa di problemi tecnici che mi hanno poi costretto ad abbandonare la sessione di ripresa.

Sicuramente l’immagine ne avrebbe giovato; ciò nonostante, sono super felice di quanto ottenuto, anche in virtù del fatto che Andromeda è un oggetto molto luminoso e ciò aiuta non poco, in questo contesto. Sicuramente avrò modo e tempo di realizzarla come vorrò, nei prossimi mesi e anni; nell’attesa sono comunque felice di presentarvi questo bel risultato.

Sperando possa piacere anche a voi, vi auguro cieli sereni!

M31 – Grande Galassia di Andromeda – Dati Tecnici

TecnoSky Tripletto 115/800

Riduttore 0.8x

Telescopio Guida 70/400 + ASI120MM-S

Skywatcher NEQ6 Skyscan Pro

9×300” -10° QHY168C + L Pro 2”

33 Dark

25 Flat

25 Dark Flat

AstroPixelProcessor, Pixinsight, Photoshop CS6

Località: Castelletta di Fabriano

© Andrea Curzi

4 pensieri riguardo “LA GRANDE GALASSIA DI ANDROMEDA, DA ME RIPRESA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: