I BUCHI NERI, AFFASCINANTI SINGOLARITÀ

Lo spazio è un luogo molto oscuro e niente è più oscuro di un buco nero.Un oggetto di questo tipo è un’area di immensa gravità da cui nulla, nemmeno la luce, può sfuggire. Tali mostri cosmici si formano alla fine della vita di alcune stelle, quando l’energia che teneva insieme l’astro scompare e collassa, producendoContinua a leggere “I BUCHI NERI, AFFASCINANTI SINGOLARITÀ”

VEGA PORTA IN ORBITA I SATELLITI PLÉIADES NEO

Nella giornata di ieri, 16 agosto 2021, il razzo vettore Vega è decollato dallo spazioporto europeo nella Guyana Francese con il volo VV19 per consegnare in due orbite eliosincrone separate il satellite di osservazione della Terra Pléiades Neo-4 e quattro payload ausiliari: SunStorm, RadCube BRO -4 e LEDSAT sviluppati dall’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea. La costellazioneContinua a leggere “VEGA PORTA IN ORBITA I SATELLITI PLÉIADES NEO”

ARP 274, UN TRIO DI MERAVIGLIOSE GALASSIE

Nell’Atlante delle Galassie Peculiari redatto dall’astronomo Halton Arp, al numero 274 troviamo questo trittico di galassie, qui immortalate dal Telescopio Spaziale Hubble, situate nella costellazione della Vergine, ad una distanza dalla Terra di ben 400 milioni di anni luce. Effettivamente, quando guardiamo questa immagine, le stiamo osservando così com’erano 400 milioni di anni addietro, eContinua a leggere “ARP 274, UN TRIO DI MERAVIGLIOSE GALASSIE”

CASSIOPEA A IN TUTTO IL SUO SPLENDORE

Cassiopea A, si mostra in tutta la sua meraviglia, in questo scatto ottenuto mettendo assieme le immagini scattate da tre grandi osservatori; Questo residuo di nebulosita’, originato 300 anni addietro dall’esplosione di una massiccia supernova, si trova a circa 11.000 anni luce dalla Terra. I diversi colori in questa immagine identificano i dettagli forniti daContinua a leggere “CASSIOPEA A IN TUTTO IL SUO SPLENDORE”

INGENUITY SI PREPARA AL DODICESIMO VOLO

Il piccolo elicottero Ingenuity, atterrato su Marte lo scorso febbraio assieme a Perseverance, e ormai diventato un veterano del volo nell’atmosfera del pianeta rosso, si accinge a compiere il suo volo numero dodici. La NASA ha fatto sapere che questa nuova attività non avverrà prima del 16 agosto, quindi da oggi in poi, ogni momentoContinua a leggere “INGENUITY SI PREPARA AL DODICESIMO VOLO”

BUON FERRAGOSTO CON UNA PICCOLA ANTEPRIMA

Buon Ferragosto a tutti, ovunque voi siate, e per questa occasione voglio regalarvi una piccola anteprima di un bellissimo soggetto ripreso durante la scorsa notte: la grande galassia di Andromeda, anche nota come Messier  31, situata nell’omonima costellazione e posta ad una distanza dalla Terra di circa 2.3 milioni di anni luce. Era la primaContinua a leggere “BUON FERRAGOSTO CON UNA PICCOLA ANTEPRIMA”

UN PRIMO PIANO PER NGC 1866

Buongiorno a tutti 🙂 Quello che potete ammirare in questa immagine acquisita con la Wide Field Camera del Telescopio Spaziale Hubble, è l’ammasso globulare NGC 1866, scoperto nel 1826 dall’astronomo scozzese James Dunlop, il quale catalogò migliaia di stelle e oggetti del profondo cielo durante la sua carriera. Situato ai confini della Grande Nube diContinua a leggere “UN PRIMO PIANO PER NGC 1866”

LA SONDA JUNO RIPRENDE GANIMEDE NEGLI INFRAROSSI

La sonda Juno della NASA, in orbita attorno al sistema del gigante gassoso del sistema solare dal luglio del 2016 e la cui missione è stata recentemente protratta fino a tutto il 2025, ha festeggiato i 10 anni dal lancio del 5 agosto 2011, riprendendo il satellite di Giove negli infrarossi, durante i suoi ultimiContinua a leggere “LA SONDA JUNO RIPRENDE GANIMEDE NEGLI INFRAROSSI”

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

Proprio così, non credo esista titolo migliore per riassumere quello che ho vissuto ieri sera. È stata una nottata perfetta, dove ho acquisito ben oltre 3 ore di acquisizione sulla IC 1396, ovvero la meravigliosa nebulosa anche nota come Elephant Trunk, e 1 ora di posa sull’ammasso aperto M34, magari trascurato da tanti astrofotografi, maContinua a leggere “SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE”

IL BURGE CRATER SU MARTE E LE SUE DUNE

Questa fantastica immagine è stata scattata nel gennaio 2006 dallo strumento Thermal Emission Imaging System montato sull’orbiter Mars Odyssey della NASA. Vi starete chiedendo: ma cosa ritrae esattamente? Ebbene, quello che state ammirando, è il fondo di un cratere da impatto marziano, il Burge Crater, nel quale le dune sabbiose sono state modellate dall’azione deiContinua a leggere “IL BURGE CRATER SU MARTE E LE SUE DUNE”